13/01/2020
CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO PER ARTIGIANI
CONTRIBUTI  A FONDO PERDUTO PER ARTIGIANI

E’ stato pubblicato il bando (vedi allegato) a favore dell'artigianato per acquisto di consulenze specialistiche in digitalizzazione e passaggio generazionale: l'agevolazione, sottoforma di voucher, è rispettivamente pari al 50% con un massimo di 3.500 euro e del 75% con un massimo di 7.500 euro. Dotazione complessiva di 3.100.000 euro ripartiti per misure.

le domande compilabili dal 10 marzo 2020.


Beneficiari di questa misura sono le imprese artigiane attive e iscritte all'Albo della CCIAA da almeno 5 anni, in situazione di regolarità previdenziale, assistenziale e assicurativa. Inoltre:

I) il titolare, legale rappresentante o almeno un socio amministratore nel caso di società, abbia compiuto almeno 50 anni all'atto della cessazione dell'impresa o della cessione delle quote;
II) siano state inserite una o più persone nuove negli ultimi 5 anni, anche slegati da rapporti di parentela, affinità o collaborazione familiare, o in alternativa, si preveda di inserire entro il 4 maggio 2021 una o più persone nuove nella compagine imprenditoriale
III) il successore abbia acquisito entro il 4 maggio 2021 l'impresa individuale o le quote societarie del cedente, e all'atto dell'acquisto abbia un'età compresa tra i 18 e i 49 anni compiuti se impresa individuale, mentre nel caso di società almeno il 50% dei soci deve possedere tale requisito di età.

 

Interventi e spese ammissibili

Consulenze e affiancamento per:
a) introduzione di tecnologie 4.0 elencate (art. 5.2) , e competenze digitali per una concreta digitalizzazione della produzione, gestione e organizzazione aziendale
b) interventi, anche con Temporary manager, volti a garantire il futuro dell'azienda tramite la pianificazione del ricambio generazionale.

 

Decorrenza degli investimenti

Successiva alla presentazione della domanda, incluso la stipula dei contratti, fino a 4 maggio 2021.

 

Rendicontazione

Entro il 18 maggio 2021 ore 18.00 con rispetto del minimo di 1.500 euro per singolo voucher.

 

Fornitori
I soggetti fornitori devono rispettare inoltre tali requisiti:
- avere sede nella CE
- avere un ATECO coerente con l'attività svolta
- aver svolto almeno 3 servizi consulenziali nelle materie del bando in modo continuativo negli ultimi 3 anni con buon esito (attestati nei modelli H e I del bando)
- i TEM devono essere associati o accreditati presso organizzazioni di rappresentanza, e se società di TEM avere codice Ateco 70.22
- non può partecipare a più di 4 progetti o 2 progetti per TEM.

Per le consulenze a) possono essere fornitori anche i centri di trasferimento tecnologico o gli incubatori certificati di start-up innovative.
Ammessa una sola sostituzione del fornitore in corso di realizzazione del progetto.

 

Agevolazione
Contributo a fondo perduto pari a:
consulenze a): 50% delle spese ammesse; voucher minimo 1.500 euro massimo 3.500 euro
consulenze b): 75% delle spese ammesse; voucher minimo 1.500 euro massimo 7.500 euro, oltre ad un eventuale premio di avviamento per 20.000 euro.

Possibilità di richiedere fino a 3 voucher per differenti servizi, con importi cumulabili tra loro.

Regime e cumulabilità: de minimis e cumulabilità entro i limiti previsti

 

Dotazione
Risorse per 3.100.000 euro, così distribuite: 350.000 euro per la prima misura e 750.000 euro per la seconda misura, che prevede anche il premio di avviamento con dotazione di 2 milioni di euro.

Presentazione e valutazione della domanda
Tramite portale regionale SIU. La compilazione sarà attiva dal 10 marzo 2020 fino alle 18.00 del 24 marzo 2020. Presentazione dalle ore 10.00 del 31 marzo alle ore 18.00 del 4 giugno 2020.
Valutazione con attribuzione punteggi secondo i criteri previsti all'art. 10.3 del bando.

 

Riferimenti normativi: DGR nr. 1866 del 17 dicembre 2019