Casartigiani Verona
Logo Rete Italia
Logo Rete Italia
Menù
HOME PAGE CHI SIAMO CATEGORIE SERVIZI FORMAZIONE CONVENZIONI DOVE SIAMO CONTATTI

IL TESTO DEL DECRETO FA MOLTO DISCUTERE
IL TESTO DEL DECRETO FA MOLTO DISCUTERE
I piccoli avranno sempre gli stessi problemi

ARTIGIANI CONTENTI ?

Ma, forse ci aspettavamo un decreto diverso rispetto a quanto emanato dal Ministro Di Maio, afferma Luca Luppi presidente di Casartigiani Verona. Comprendiamo che difendere le categorie deboli sia una priorità e di questo rendiamo merito al Ministro, ma forse sarebbe meglio non dimenticare la grande risorsa che l'artigianato è per questo Paese e che più volte abbiamo spiegato a tutti i politici durante la campagna elettorale. E la tassazione a cui oggi le imprese sono soggette in una Europa concorrenziale ci portano fuori mercato ogni giorno di più. Ma ci pare che oggi fosse questa un apriorità da inserire nel decreto o nei tavoli di discussione, che coinvolge oltre 1,5 milioni di imprese che stanno attendendo la loro sorte dai provedimenti tanto attesi di questo Governo -ovvero, la critica che il decreto Dignità non abolisca il redditometro e lo spesometro, mentre lo split payment venga abolito solo per i professionisti pesa alla categoria.

 

IL TESTO INTEGRALE DEL DECRETO

Con il Decreto dignità, il Governo Conte ha varato il suo primo importante provvedimento in materia economica. Luigi Di Maio, che ha fortemente voluto le misure in esso contenute, ha parlato di guerra al precariato e “licenziamento” del Jobs Act, la riforma del lavoro targata Renzi che, secondo il leader del Movimento 5 Stelle, avrebbe creato più danni che benefici al mercato del lavoro italiano. Il Decreto dignità contiene misure riguardanti sia i rapporti di lavoro, in particolare i contratti a termine, che le imprese, cercando in particolare di contrastare le delocalizzazioni. Da non dimenticare anche le norme riguardanti i giochi e alcuni strumenti fiscali. Vediamo più nel dettaglio, secondo quanto è stato comunicato dallo stesso esecutivo, quali sono i contenuti del Decreto dignità. (testo allegato)

 

LE MISURE SUL GIOCO D'AZZARDO

Sul fronte del gioco d’azzardo e delle patologie conseguenti, tanto il Premier Conte quanto il Ministro Di Maio hanno insistito sul concetto di “azzardopatia” tra i cardini del nuovo Decreto: secondo il Presidente del Consiglio, le iniziative adottate sono volte ad evitare le forme di dipendenza, «per nulla diverse da dipendenze come quelle da alcol o da altre sostanze. Non sono da incentivare le derive patologiche di questo tipo e non vogliamo anzi contrastarle vietando la pubblicità del gioco d’azzardo». Per Luigi Di Maio invece, il settore del gioco legale serve ad evitare tutta quella illegalità ma con un’attenzione in più volta a limitare l’eccessiva pubblicità in merito.

 

LAVORO

Per quanto riguarda il lavoro, si vuole limitare il ricorso ai contratti a tempo determinato, che resterebbe utilizzabile solo nei reali casi di necessità da parte delle imprese, evitando i fenomeni di precariato. Dunque, “fatta salva la possibilità di libera stipulazione tra le parti del primo contratto a tempo determinato, di durata comunque non superiore a 12 mesi di lavoro in assenza di specifiche causali, l’eventuale rinnovo dello stesso sarà possibile esclusivamente a fronte di esigenze temporanee e limitate”. In ogni caso non sarà possibile superare la durata di 24 mesi e in caso di rinnovo del contratto a tempo determinato, anche in somministrazione, i datori di lavoro dovranno versare un contributo addizionale dello 0,5%. Inoltre, viene esteso a 36 mensilità il tetto per l’indennizzo in caso di licenziamento con contratto a tutele crescenti.

 

DECRETO DIGNITÀ, SEMPLIFICAZIONI FISCALI E DELOCALIZZAZIONE

Per quanto riguarda le imprese, il Decreto dignità prevede la restituzione, con interessi e sanzioni, dei contributi pubblici nel caso di delocalizzazione. La misura sarebbe vigente nei cinque successivi l’erogazione dei contributi. Si prevedono riduzioni degli aiuti anche in caso di ridimensionamento occupazionale. Vengono anche introdotte misure di semplificazione fiscale, come la revisione del “redditometro” (con lo stop dei controlli dal 2016 in poi), il rinvio della prossima scadenza per l’invio dei dati per lo “spesometro” e l’abolizione dello split payment per le prestazioni di servizi rese alle pubbliche amministrazioni dai professionisti i cui compensi sono assoggettati a ritenute alla fonte a titolo di imposta o a titolo di acconto. Infine, scatta il divieto di pubblicità per i giochi: restano salvi i contratti già in essere fino alla scadenza e la Lotteria Italia.
 

Torna
ARTICOLI
NEWSLETTER & SOCIAL
CERCA

CONVENZIONI
PARTNER
FORMAZIONE
SERVIZI ALLE IMPRESE
AREA PRIVATA
TAG CLOUD
770   A51   Amianto   Ariel   Artigianato artistico   Assemblea Casartigiani   Bando Inail   CCIAA   CORSI INIAPA   Circe   Conto termico   Divieti circolazione   Ebav   Enel   Fart   Fast   Fgas   Fiere   Formazione;Corsi;Wed; Media   IMPIANTISTI   INAIL   IPS PREMIO MARCO POLO   L'artigianato in fiera   L'artigiano in Fiera   Lega   Luppi   M5S   Mani Creative   Moda   NATALE   Noleggio   Organizzazioni   P.R.A.   Premio Fedeltà al Lavoro   R.A.E.   R.E.T.E   R.e.t.e.;   RETE ITALIA   Revisioni   Rischi   SISTRi Proroga   SPISAL   Sfilata moda   Sistri;rifiuti   TFR   Tag Rfid   Usato   Veicoli Commerciali   Verona Fashion   Work Experience   alimentari   alimentaristi   allergie   alternanza scuola lavoro   ape   assicurazioni auto   autonomia   banche   bando   bando export   bando imprenditoria femminile   bollette   caldaie   camere di commercio   canone   canoni   caprini   carni   carrozzieri   carta di circolazione   certificato proprietà   codice degli appalti   comodato   conto proprio   conto terzi   contratto di governo   contributi   contributi cciaa 2017   contriobuti   cpa   credito   dal territorio   dati unioncamere export novembre 2017   dichiarazione   durc   edilizia   energia   estero   etichettatura   etichettatura;composizione;   eurispes   expo 2015   export   fatturazione elettronica   finanziaria   finanziaria2019   fisco   formazione   forno di qualità   gas   giovani   gru   guida alleRgeni   imprenditoria   imprese Italia; pmi; analisi economica 2016   imprese artigiane   incentivi   incidente   installatori   lavoro   legge stabilità   libretti di impianto   locazione   m.u.d.rifiuti   macchine agricole   manovra di stabilità   marchi d'impresa   marchio   milleproroghe   motorizzazione   mud   news   norme   notizie dal territorio   nuove imprese   officine   omicidio stradale   orafi   ovini   paghe esoneri contributivi   pane   periodo chiusura   pollame   premio   presidente   privacy   rai   regali ai familiari   registro infortuni;sicurezza   registro storico   regolamento anticorruzione   rete imprese italia   riclassificazione; terreni   rifiuti   rifiuti trasporto   riforma legge artigianato   ripieni   risarcimento danni   scuola   siae   sistri   sistri;Mud;rifiuti   start up   suini   tariffe   tav   trasporti   trasporto conto terzi; trasporto internazionale   trasporto merci   turismo   veicoli commerciali; pass; accesso; contrassegno   veneto sviluppo   vice presidente   voucher