Casartigiani Verona
Logo Rete Italia
Logo Rete Italia
Menù
HOME PAGE CHI SIAMO CATEGORIE SERVIZI FORMAZIONE CONVENZIONI DOVE SIAMO CONTATTI

NON SI ARRIVA A FINE MESE, MA L'IMPORTANTE, PER LA POLITICA, E' QUANDO SI VOTA...
NON SI ARRIVA A FINE MESE, MA L'IMPORTANTE, PER LA POLITICA, E' QUANDO SI VOTA...
Siamo stanchi di essere in capro espiatorio degli errori della politica

Gli italiani si sentono sempre più poveri: una persona su quattro afferma di sentirsi "abbastanza" (21,2%) e "molto" (3%) povera. È questa la fotografia scattata da Eurispes nell’ultimo documento pubblicato, “Rapporto Italia 2017”, nel quale vengono a galla tutte le difficoltà di un Paese da diversi anni in stand-by. “Il 48,3% degli italiani non riesce ad arrivare alla fine del mese e c’è stato un incremento di circa un punto percentuale rispetto all'anno scorso, dove si registrava un 47,2%”, si legge. Diversi i motivi che hanno portato a questa situazione, tra cui la perdita del lavoro in primis (76,7%), seguita a stretto giro da separazioni e problemi di salute, rispettivamente al 50,6% e 39,4%. A fare più scalpore, però, c’è anche la dipendenza dal gioco d'azzardo (38,7%), una delle piaghe che colpisce più duramente i cittadini. L’aspetto più interessante, e di conseguenza anche quello più preoccupante a livello socio-economico, riguarda il fatto che poco più della metà del campione non ha subito peggioramenti nel potere d’acquisto. A questo, però, fanno da contraltare le soluzioni drastiche adottate dagli italiani: riduzione delle spese mediche (38,1% contro 34,2%), eliminazione di attività "extra" come “pasti fuori casa (70,9%), estetista, parrucchiere, articoli di profumeria (66,2%), viaggi e vacanze (68,6%)”. L’austerity fai da te non ha risparmiato nemmeno gli animali domestici, con una percentuale in calo del 10% rispetto allo scorso anno. Per far fronte a questa situazione molti hanno scelto di tornare a casa dai genitori (13,8%) o in quella dei suoceri, ma non hanno rinunciato a un carrello della spesa il più possibile Made in Italy (74,1%), con un aumento dei cultori del km zero e dei prodotti locali. Le tasse sono ancora troppo alte per un italiano su sei, ma per far fronte a spese alle quali proprio non si può, o non si vuole, rinunciare si fa ricorso al debito. Il 28,7% delle famiglie ha chiesto un prestito alle banche, per accendere un mutuo (46,8%), saldare debiti (17,9%), organizzare cerimonie (17,9%) o semplicemente andare in vacanza (2,2%). Luca Luppi presidente dell'Associazione afferma di essere molto preoccupato per questa siuazione che si è venuta calare sulle imprese e per questo sottolinea una necessità di intervento importante ad ogni livello, di sensibilizazione di una polita disattenta ai problemi delle classi meno ricche del paese.

Torna
SERVIZI ALLE IMPRESE
AREA PRIVATA
TAG CLOUD
770   A51   Amianto   Ariel   Artigianato artistico   Assemblea Casartigiani   Bando Inail   CCIAA   CORSI INIAPA   Circe   Conto termico   Divieti circolazione   Ebav   Enel   Fart   Fast   Fgas   Fiere   Formazione;Corsi;Wed; Media   IMPIANTISTI   INAIL   L'artigianato in fiera   L'artigiano in Fiera   Luppi   Mani Creative   Moda   Noleggio   Organizzazioni   P.R.A.   Premio Fedeltà al Lavoro   R.A.E.   R.E.T.E   R.e.t.e.;   RETE ITALIA   Revisioni   Rischi   SPISAL   Sfilata moda   Sistri;rifiuti   TFR   Tag Rfid   Usato   Veicoli Commerciali   Verona Fashion   Work Experience   alimentari   alimentaristi   allergie   ape   assicurazioni auto   autonomia   banche   bando   bando export   bando imprenditoria femminile   bollette   caldaie   camere di commercio   canone   canoni   caprini   carni   carrozzieri   carta di circolazione   certificato proprietà   codice degli appalti   comodato   conto proprio   conto terzi   contributi   contributi cciaa 2017   contriobuti   cpa   credito   dal territorio   dichiarazione   durc   edilizia   energia   estero   etichettatura   etichettatura;composizione;   eurispes   expo 2015   export   fatturazione elettronica   finanziaria   fisco   formazione   forno di qualità   gas   giovani   gru   guida alleRgeni   imprenditoria   imprese Italia; pmi; analisi economica 2016   imprese artigiane   incentivi   incidente   installatori   lavoro   legge stabilità   libretti di impianto   locazione   m.u.d.rifiuti   macchine agricole   manovra di stabilità   marchio   milleproroghe   motorizzazione   norme   notizie dal territorio   nuove imprese   officine   omicidio stradale   orafi   ovini   paghe esoneri contributivi   pane   periodo chiusura   pollame   premio   presidente   rai   regali ai familiari   registro infortuni;sicurezza   registro storico   regolamento anticorruzione   rete imprese italia   riclassificazione; terreni   rifiuti   rifiuti trasporto   ripieni   risarcimento danni   scuola   siae   sistri   sistri;Mud;rifiuti   start up   suini   tariffe   tav   trasporti   trasporto conto terzi; trasporto internazionale   trasporto merci   turismo   veicoli commerciali; pass; accesso; contrassegno   veneto sviluppo   vice presidente   voucher