Casartigiani Verona
Logo Rete Italia
Logo Rete Italia
Menù
HOME PAGE CHI SIAMO CATEGORIE SERVIZI FORMAZIONE CONVENZIONI DOVE SIAMO CONTATTI

ECCO COSA CHIEDIAMO
ECCO COSA CHIEDIAMO
Dopo l'assemblea di Rete Imprese italia

Negli ultimi dodici mesi hanno chiuso ogni giorno oltre 390 imprese". A lanciare l'allarme è il presidente di Rete Imprese Italia, Massimo Vivoli, in occasione dell'assemblea annuale. "Una vera e propria strage - ha osservato Vivoli - dovuta a una crisi che ha colpito con maggiore durezza la domanda interna, punto di riferimento per gran parte delle Pmi. Che si sono trovate schiacciate tra un mercato interno in stallo e l'aumento del prelievo fiscale, tra il crollo del credito e l'incremento del peso di adempimenti inutili e costosi". "Se si fossero mantenuti i trend di crescita del periodo precedente alla grande recessione, fra il 2007 e il 2015 il Pil Italiano avrebbe cumulato un incremento superiore al 6%. Ed invece, abbiamo registrato una caduta del 9%. Una differenza del 15%, pari a 230 miliardi di euro bruciati dalla crisi". "Una somma elevatissima, che non può che incidere in misura significativa sui bilanci delle famiglie e delle imprese in particolare su quelli delle imprese di ridotte dimensioni".

Queste le principali affermazioni del rappresentante di Rete Imprese Italia che accomuna il "sentiment" di tutte le organizzazioni delle piccole imprese dell'artigianato e del commercio. Ma a Verona come va? Va male, afferma il presidente provinciale Luca Luppi e va peggio sentendo il Vice Presidente della Camera di Commercio Andrea Prando di emanazione Casartigiani.

Una serie di temi "solitamente noti" affliggono il comparto. Per elencarne alcuni, il sempre più complesso rapporto con la burocrazia, con il sistema bancario, con le norme che rendono irrecuperabili i mancati pagamenti, una giustizia in difficoltà a causa di uno Stato che norma stratificando problemi e appesnatendo sempre piu' la vita delle aziende già peraltro in difficolta per la mancanza di consumi.

Non ci convincono fino i dati sulla ripresa. L'incidenza del peso delle tasse sulle Pmi supera il 61%" e in media, le sole imposte locali costano oltre 11mila euro l'anno alle piccole e medie imprese.

Dobbiamo assolutamente risolvere la questione fiscale - ha osservato Prando - serve una riforma che riduca sensibilmente la pressione fiscale sui cittadini e su tutte le imprese, di qualsiasi dimensione esse siano. E che introduca la detraibilità delle spese per l'adeguamento alle nuove normative. Lo stesso premier Renzi, pochi giorni fa ha ammesso che il prelievo fiscale, in Italia, è ancora troppo elevato. 

Ovviamente, per tagliare le tasse, bisogna trovare risorse. Ma noi crediamo che sia possibile, attraverso le risorse recuperate dalla riqualificazione della spesa pubblica e dal necessario riordino delle spese fiscali. Vanno usate anche le risorse recuperate dal contrasto all'evasione fiscale: non era anche questo già stato stabilito? In questo Paese il problema non è solo che si pagano troppe tasse, ma che è difficoltoso e costoso adempiere a questo dovere. Oltre ad abbassare la pressione fiscale, vanno resi più semplici e chiari gli adempimenti. Anche attraverso l'uso dei nuovi strumenti telematici. Il presidente di Rete Imprese ha quindi citato l'esempio della fatturazione elettronica e dell'invio telematico dei corrispettivi. Se ben implementati non solo potrebbero abbattere gli oneri impliciti gravanti sulle imprese, ma renderebbero obsoleti gli studi di settore. Potrebbero dunque essere la base di nuove forme di compliance.

Dobbiamo registrare che le scelte adottate dal governo in tema di fisco, con il taglio dell'Irap e del costo del lavoro hanno inciso in modo diseguale fra piccole e grandi imprese, a vantaggio evidente di queste ultime. Dello stesso taglio dell'Ires, provvedimento più che positivo confermato dal Def beneficeranno, infatti, soprattutto le imprese più strutturate. Sulle possibilità di successo delle micro, piccole e medie imprese italiane, gravano problemi del Sistema Paese che costituiscono delle vere e proprie barriere alla ripartenza. L'Italia, è indiscutibilmente un Paese di piccole e medie imprese, che però troppo spesso per la politica restano invisibili. Ancora peggio: quando tornano a essere visibili è per provvedimenti che non li aiutano. Dal punto di vista infrastrutturale, in particolare, il nostro Paese non può certo considerarsi attrezzato per sostenere le imprese di minori dimensioni. Per questo Casartigiani pesa che debbano tornare al centro dell'agenda di politica economica.

Torna
ARTICOLI
NEWSLETTER & SOCIAL
CERCA

CONVENZIONI
PARTNER
FORMAZIONE
SERVIZI ALLE IMPRESE
AREA PRIVATA
TAG CLOUD
770   A51   Amianto   Ariel   Artigianato artistico   Assemblea Casartigiani   Bando Inail   CCIAA   CORSI INIAPA   Circe   Conto termico   Divieti circolazione   Ebav   Enel   Fart   Fast   Fgas   Fiere   Formazione;Corsi;Wed; Media   IMPIANTISTI   INAIL   IPS PREMIO MARCO POLO   L'artigianato in fiera   L'artigiano in Fiera   Lega   Luppi   M5S   Mani Creative   Moda   NATALE   Noleggio   Organizzazioni   P.R.A.   Premio Fedeltà al Lavoro   R.A.E.   R.E.T.E   R.e.t.e.;   RETE ITALIA   Revisioni   Rischi   SISTRi Proroga   SPISAL   Sfilata moda   Sistri;rifiuti   TFR   Tag Rfid   Usato   Veicoli Commerciali   Verona Fashion   Work Experience   alimentari   alimentaristi   allergie   alternanza scuola lavoro   ape   assicurazioni auto   autonomia   banche   bando   bando export   bando imprenditoria femminile   bollette   caldaie   camere di commercio   canone   canoni   caprini   carni   carrozzieri   carta di circolazione   certificato proprietà   codice degli appalti   comodato   conto proprio   conto terzi   contratto di governo   contributi   contributi cciaa 2017   contriobuti   cpa   credito   dal territorio   dati unioncamere export novembre 2017   dichiarazione   durc   edilizia   elezioni   energia   estero   etichettatura   etichettatura;composizione;   eurispes   expo 2015   export   fatturazione elettronica   finanziaria   finanziaria2019   fisco   formazione   forno di qualità   gas   giovani   gru   guida alleRgeni   imprenditoria   imprese Italia; pmi; analisi economica 2016   imprese artigiane   incentivi   incidente   installatori   lavoro   legge stabilità   libretti di impianto   locazione   m.u.d.rifiuti   macchine agricole   manovra di stabilità   marchi d'impresa   marchio   milleproroghe   motorizzazione   mud   news   norme   notizie dal territorio   nuove imprese   officine   omicidio stradale   orafi   ovini   paghe esoneri contributivi   pane   periodo chiusura   pollame   premio   presidente   privacy   rai   regali ai familiari   registro infortuni;sicurezza   registro storico   regolamento anticorruzione   rete imprese italia   riclassificazione; terreni   rifiuti   rifiuti trasporto   riforma legge artigianato   rinnovo   ripieni   risarcimento danni   scuola   siae   sistri   sistri;Mud;rifiuti   start up   suini   tariffe   tav   trasporti   trasporto conto terzi; trasporto internazionale   trasporto merci   turismo   veicoli commerciali; pass; accesso; contrassegno   veneto sviluppo   vice presidente   voucher